Frigo a due ante: le caratteristiche, convengono?

Uno degli elettrodomestici fondamentali e onnipresenti nelle nostre case è il frigorifero. Dalla sua invenzione ad oggi, il frigo si è evoluto nel tempo, migliorando le proprie caratteristiche tecniche e diventando non solo lo strumento principale per la conservazione del cibo, ma anche elemento d’arredo fondamentale delle nostre cucine.
Oggi, in base alle proprie esigenze, è possibile trovare in commercio una vasta gamma di modelli, differenti per capienza, consumi e dimensioni.
Fra questi, troviamo il frigo a due ante o side-by-side. Vediamo nello specifico le sue caratteristiche.

-Frigorifero a due ante o side-by-side

I frigoriferi a due ante, conosciuti anche come frigoriferi side-by-side o frigoriferi americani, sono caratterizzati da due porte verticali affiancate che permettono di accedere ad altrettanti scomparti verticali – frigorifero e freezer. Si tratta di elettrodomestici di grandi dimensioni che fino a pochi anni fa erano riservati ad una clientela ristretta, dato i prezzi elevati. Oggi, invece, è possibile trovare sul mercato diversi modelli a prezzi ragionevoli. Tuttavia, prima dell’acquisto di un frigo del genere, è importante conoscerne le caratteristiche fondamentali e valutarne la compatibilità con le proprie esigenze.

-Dimensioni e consumi: pro e contro

Come abbiamo già detto, la caratteristica principale del frigorifero side-by-side è data dalle sue grandi dimensioni. Con una larghezza media superiore ai 70 cm e una capacità spesso superiore ai 400 litri, necessita di uno spazio decisamente ampio in cucina e di una buona organizzazione dei suoi spazi.
Si tratta quindi di un modello ovviamente non adatto ad un single o ad una coppia, ma ideale per una famiglia numerosa che tende magari a fare spese più abbondanti e meno frequenti nel corso della settimana.
Se si sta valutando quindi di acquistare un modello del genere è importante valutare le abitudini alimentari ed i consumi della propria famiglia, oltre che agli spazi a disposizione in cucina. Inoltre, bisogna tener conto anche del maggior tempo che servirà per gestire e pulire i vari ripiani del frigo.
Per quanto riguarda l’efficienza energetica, invece, il frigorifero americano è da sempre noto per i suoi alti consumi. In particolare, la presenza dei grandi sportelli e la grandezza dei ripiani porta a tenere aperto le porte del frigo più a lungo, facendo aumentare il consumo energetico.
Ad oggi, tuttavia, la maggior parte dei modelli garantisce una classe energetica A o superiore, grazie anche a una serie di sistemi utilizzati per ottimizzare i consumi. Per esempio, in alcuni modelli è presente il cosiddetto sistema “door in door”, ovvero uno sportello esterno che permette di accedere ad un vano di dimensioni minori, in cui è possibile conservare alimenti e bevande utilizzate più frequentemente.

Per ulteriori informazioni e specifiche su questo modello, potete visitare il seguente sito Web: http://sceltafrigo.it